CAPO VERDE










Raggiungibile con voli interni da
Santiago, Ilha do Sal e San Nicolau
e tramite ferry dalle altre isole.









Itinerari
Quasi tutti gli itenerari comprendono principalmente la città di Mindelo, il capoluogo dell’isola, che è l’unico centro cosmopolita dell’isola.
Spostandosi verso est troviamo Salamansa, un piccolo villaggio di pescatori, e poco dopo la bellissima spiaggia di Baia das Gatas, famosa per il Festival internazionale della musica folk di Sao Vincente, molto noto soprattutto in Africa e Sudamerica, si tiene tutti gli anni nel plenilunio di agosto. Artisti giunti da ogni parte del mondo si esibiscono per tre giorni su un grande palco montato di fronte al mare in un clima di festa.

Sao Pedro, poco distante dall’aeroporto di Sao Vincente, nella parte ovest del’isola, un’ altro villaggio di pescatori che si affaccia su una spiaggia sempre battuta dal vento, e dalle onde, alcuni giorni dell’anno superano anche i 4-5 metri di altezza, (due anni fa proprio in questa baia un francese fece il nuovo record del mondo di velocità in windsurf).









SAO VICENTE





Sao Vincente ha una superficie di 227 kmq ed ha una popolazione di 55.000 abitanti concentrati per lo più nella capitale Mindelo. Arida e montuosa, dista a soli 14 km da Santo Antao, secondo molti capoverdiani è qui che si trova la vera capitale dell’ arcipelago. La bellissima città portuale di Mindelo è infatti il centro più vivace e cosmopolita di Capo Verde. Molti operatori suggerisco di abbinare alla tipica vacanza balneare su una delle isole più turistiche almeno un’ escursione su quest’ isola. E’ rimasta disabitata fino al XiX secolo ed ha iniziato a fiorire grazie al suo porto costruito dagli inglesi nel 1838 che lo costruirono come punto di appgggio per il rifornimento di carbone per le loro navi. Il monte più alto, Monte Verde, di 774 mt di altezza, troneggia sulle pianure sottostanti.

     

Mindelo
Mindelo, una piccola perla old style dell‘Africa Occidentale, con il suo centro formato da bellissime costruzioni in stile coloniale, è sicuramente la città piu’ pulita e vitale dell’ arcipelago. Mindelo si sviluppa lungo l’ampia baia presidiata dalla sagoma dell’ Ilheu dos Passaros. Dal lungomare gli edifici si estendono sulle colline retrostanti fino a lambire le pendici del Monte Cara, così detto per il suo profilo che ricorda un austero volto umano. Nell’architettura della città si denota l’ impronta inglese, e ne sono un bell’ esempio alcuni degli edifici come la biglietteria dei ferry e la sede del Consolato Portoghese. Poi ci si può spostare sul fortino per vedere la spiaggia della laginha dall’alto, con il suo mare limpido e turchese, questa spiaggia, non enorme ma alquanto bella, nel weekend si affolla di giovani che giocano a calcio, beach vollay, surf e bodyboard. Da visitare il Mercado Municipal sempre affollato e contornato da mille colori, oppure il Mercato del pesce, vicino al porto, dove si trova davvero di tutto in ogni periodo dell’ anno.


     

Ma la vera “movida” di questa città la si vede di notte. A Mindelo la notte è Magica, colorata da mille luci, la gente si ritrova tutta nella “praza”, dove gira tutta la sera intorno alle aiuole, e passa di bar in bar, tra un grogue e una caipirinha, ascoltando la musica che in questa città non si ferma mai, la si sente nei locali, per la strada uscire dalla casette dei locals che ogni weekend danno feste private. Ogni sera vi sono concerti dal vivo, feste di ogni tipo, bisogna solo sapere in che locale andare, perché a Mindelo (ogni giorno della settimana ha il suo locale prescelto), facendosi consigliare dai tassisiti o dai locals. Dopo le due i giovani si spostano nelle discoteche (cinque le piu importanti), e qui ballano ai ritmi latini fino all’alba. Andate a visitare la “fortezza”, dove un panorama mozzafiato ci mostrerà tutta la città Mindelo nella sua grandezza. La spiaggia di Mindelo “laginha” è molto frequentata durante il fine settimana, ma è “Baia das Gatas” quella più bella: una vera piscina naturale di acqua turchese.















SAO VICENTE